Questo sito utilizza i cookie per semplificare e personalizzare l'esperienza di navigazione.

Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra informativa cookies

http://www.michelemarolla.com/dati/modules/mod_image_show_gk4/cache/intro.banner_01gk-is-88.jpglink
http://www.michelemarolla.com/dati/modules/mod_image_show_gk4/cache/intro.banner_02gk-is-88.jpglink
http://www.michelemarolla.com/dati/modules/mod_image_show_gk4/cache/intro.banner_03gk-is-88.jpglink
«
»
Loading…
150 Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia   Nel 2016 saranno trascorsi centocinquanta anni da quando, nel 1866 (secondo anno dell'era Keiō), Giappone e Italia hanno dato avvio alle relazioni diplomatiche con la conclusione del Trattato di Amicizia e di Commercio. Da allora un costante flusso di persone tra i due Paesi ha permesso di costruire ottime relazioni...                  [continua]
MICHELE MAROLLA

Nato a Trieste il 4 gennaio 1956.

Diplomato Capitano di Lungo Corso all’Istituto Tecnico Nautico di Trieste nel 1975.

Ufficiale di Marina in congedo (corso A.U.C.D. all’Accademia Navale di Livorno nel 1975), svolge attività di Ufficiale di Rotta e Comunicazioni sulla nave idrografica “Mirto” dal 1976 al 1977.

Lavora dal 1978 nella sanità; attualmente responsabile infermieristico (specializzato in Pronto Soccorso) presso la S.S. Medicina del Lavoro dell’ASS1 triestina.

Inizia la sua pratica nelle arti marziali nel 1971 con il Judo e nel 1972 con l’Aikido.



Di seguito la progressione nelle discipline studiate:
Maestro Michele Marolla

JUDO (Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali)
Agonista dal 1972 al 1979 con all’attivo medaglie e piazzamenti a campionati regionali FVG (1 argento nel 1978 e 1 oro nel 1979) e trofei interregionali, nazionali e internazionali (1 oro nel 1975 a Pordenone). Partecipa ai campionati italiani del 1978 e 1979. Come atleta master conquista un 7° posto ai campionati italiani del 1997, vince 2 medaglie d’argento a trofei internazionali (Udine 1990 e Tarcento 1998) e partecipa ai campionati europei di Kecskemet (H) del 2003 nella sezione kata (un 5° e un 7° posto) e ai campionati mondiali di Vienna (A) nel 2004 (un 5°, un 7° e un 9° posto).
Ufficiale di gara dal 1980 al 1995.
Cintura nera 1° dan nel 1981,
Cintura nera 2° dan nel 1984,
Cintura nera 3° dan nel 1993,
Cintura nera 4° dan nel 1997,
Cintura nera 5° dan nel 2003,
Cintura bianco-rossa 6° dan nel 2012.
Qualifica di Allenatore nel 1984,
Qualifica di Istruttore nel 1991,
Qualifica di Maestro nel 2002.
Insegnante presso la S.S. Fiamma Yamato Trieste dal 1983 al 2003, presso la Polisportiva Libertas A&R dal 2003 al 2005, presso l’A.S.D. Dojo Sacile dal 2005 al 2008 e presso l'Unione Ginnastica Goriziana dal 2008 al 2017. Specializzato nell’insegnamento ai bambini, nella trasmissione dei Kata (forme dei principi di base) e nell’approfondimento della cultura e tradizione del Judo giapponese anche ai fini della promozione del metodo per atleti non agonisti. Presidente della S.S. Fiamma Yamato Trieste dal 1995 al 2003 (Vicepresidente della stessa Società dal 1983 al 1995) dove svolge intensa attività promozionale e si specializza nella gestione burocratico amministrativa di una società sportiva (dalle pratiche di tesseramento alla gestione del bilancio e del libro soci). Ricopre la carica di Consigliere nel Comitato Regionale FVG del settore Judo per un mandato (2001) e di Segretario regionale FIJLKAM nel primo mandato della gestione De Denaro, 2002-2003. Si aggiorna annualmente con Maestri del calibro di Takata, Sugiyama, Sengoku, Yamamoto, Adams, Gamba, Pavlosky, Gibert, Bouchard, e molti altri.

Acquisisce l’abilitazione all’insegnamento della cultura fisica nel 1996 (Federazione Italiana Pesi e Cultura Fisica)

Acquisisce l’abilitazione all’insegnamento della difesa personale (Metodo Globale Autodifesa) nel 1999 (F.I.J.L.K.A.M.)
Dal 2000 al 2008, come fiduciario regionale per l’M.G.A., è insegnante dei corsi di abilitazione regionali rivolti agli insegnanti tecnici della FIJLKAM.
Nel 2008 è insegnante M.G.A. dei Vigili Urbani di Trieste con opzione per il 2009.

JUJITSU (F.I.J.L.K.A.M.)
Cintura nera 1° dan nel 1998
Si aggiorna con i Maestri Inoue, Sciutto e Bagnulo.

AIKIDO (inizio con la F.I.J.L.K.A.M. poi Centro Sportivo Educativo Nazionale e Dentoo Iwama Ryu)
Viene a contatto con l’Aikido nel 1972 grazie al M° Dario Bezzi, un allievo del M° Giovanni Filippini.
Dopo due anni deve lasciare l’Aikido per dedicarsi completamente al Judo. Riprende l’Aikido nel 1990 con il M° Giorgio Del Puppo. Nel 1994 abbraccia lo stile di Iwama per non abbandonarlo più.
Nell’agosto 1997 incontra per la prima volta Saito Hitohiro sensei. Nel dicembre del 1997 riceve lo shodan (cintura nera), esaminato da una Commissione composta dai maestri Paolo Corallini, Alessandro Tittarelli e Fausto De Compadri. Nell’aprile 1998 incontra per la prima volta Saito Morihiro shihan.
Nel settembre dello stesso anno inizia l’insegnamento dell’Aikido alla Fiamma Yamato di Trieste. Dal 1998 al 1999 insegna anche in un Dojo di Portorose (SLO). Nell’ottobre 1999 soggiorna per la prima volta a Iwama (prefettura di Ibaraki, Giappone) per due settimane, come uchi-deshi di Saito Morihiro Shihan e del figlio, Hitohiro Sensei. Nel dicembre del 2000 riceve il 2° dan in Buki-waza e nel giugno del 2001 in Tai-jutsu con il M° Paolo Nicola Corallini. Nei mesi di marzo e aprile 2001 ritorna ad Iwama come uchi-deshi per cinque settimane sotto la guida di Saito Morihiro shihan e Hitohiro sensei. Negli anni 2001 e 2002 tiene lezioni di Aikido in Lituania (Kaunas) per i praticanti di Iwama Ryu di quella nazione. Nell’ottobre 2002 fonda il “Saito Morihiro” Iwama ryu Aiki Dojo di Sacile contribuendo alla nascita e allo sviluppo dell’Aikido in quella cittadina del pordenonese.
Nel giugno 2003 scioglie la Fiamma Yamato di cui era Presidente e a ottobre fonda il “Saito Hitohiro” Iwama ryu Aiki Dojo Trieste. Nel 2004 segue Hitohiro Saito sensei nella sua decisione di fondare l’Iwama Shin Shin Aiki Shuren Kai. Nel dicembre dello stesso anno riceve il 3° dan Shin Shin Aikido dal M° Alessandro Tittarelli (convalidato da Saito Hitohiro sensei nel febbraio 2005).
Nel 2005 segue il suo maestro italiano, Alessandro Tittarelli, contribuendo a fondare l’Iwama Shin Shin Aiki Shuren Kai Italia e ne diventa il segretario. Nel settembre dello stesso anno ritorna in Giappone per quattro settimane delle quali tre trascorse a Iwama nel Tanren Dojo di Saito Hitohiro sensei e una dedicata all’approfondimento della cultura e delle tradizioni del Giappone visitandone le principali città (Tokyo, Kyoto, Nikko, Hiroshima, Miyajima, Mito). Nel 2007 è di nuovo in Giappone, nel santuario della Byakko Shinko Kai, sotto il Fujiyama, per un altro importante tirocinio spirituale basato sull’approfondimento del kokyu-ho (il metodo della respirazione vitale). Nello stesso anno, a conclusione di un proficuo e intenso lavoro, lascia il Dojo di Sacile nelle mani dei suoi allievi più anziani, divenuti yudansha (cinture nere).
Dal 2007 tiene regolarmente stage a carattere regionale itineranti tra i Dojo del Friuli Venezia Giulia afferenti all'Iwama Shin Shin Aiki Shuren Kai Italia. Da settembre 2009 a giugno 2014 insegna presso la palestra dell’A.S.D. Accademia Danze Trieste e da settembre 2009 a tutt'oggi presso l'Unione Ginnastica Goriziana. E' inoltre consulente tecnico per l'Aikido Dentoo Iwama Ryu a Sacile e Udine.
Frequenta regolarmente stage di aggiornamento, non solo con i Maestri più importanti del Dentoo Iwama Ryu (Hitohiro Saito, Alessandro Tittarelli, Tristão Da Cunha, Akimasa Watanabe, Yasuhiro Saito), ma cerca anche di approfondire le sue conoscenze con Maestri storici dell'Aikido mondiale (Moriteru Ueshiba, Yoshimitsu Yamada, Nobuyoshi Tamura, Gaku Homma, Hiroshi Tada, Christian Tissier, Stephane Benedetti).
Il 30 maggio 2013, il Kai-cho Saito Hitohiro gli conferisce il 4° dan che gli consegna personalmente a Stoccarda il 1° giugno dello stesso anno.
Nel maggio del 2014 fonda l'A.S.D. Yudansha Kyokai Iwama Aikido Trieste, della quale è Presidente e Dojo-cho (responsabile tecnico).
Il 14 giugno 2014, con altri affermati Maestri provenienti da tutto il mondo, prende parte all'enbukai di Tokyo, presso il tempio Meiji e alla presenza del Kai-cho Saito Hitohira, per celebrare il 10° anniversario della fondazione della Shin Shin Aiki Shuren Kai.
Nell'ottobre 2015 e nel giugno 2017 è ancora a Iwama per aggiornarsi e tenere il passo con l'evoluzione tecnica della scuola.

CHA-DO
Nel 2012 intraprende il Cha-do (la via del tè), praticata per la prima volta a Kyoto nel 2005, e studia il cha-no-yu, la cerimonia giapponese del tè, con la maestra Makiko Wakita, della scuola Omote Senke di Vicenza.

SHO-DO
Nel 2014 inizia lo studio del Sho-do (la via della calligrafia) con il maestro Norio Nagayama, dell'Associazione BOKUSHIN.

IKEBANA
Nel 2015 inizia lo studio dell'Ikebana (letteralmente "fiori vivi", ovvero l'arte della disposizione dei fiori) con la maestra Paola Piras, della scuola OHARA.

Il Maestro si reca regolarmente in Giappone per studiarne e approfondirne la storia, le tradizioni e la cultura. Ha soggiornato nel paese del sol levante negli anni: 1999, 2000, 2001, 2005, 2007, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017.

Dal 2000 ha aderito a BYAKKO SHINKO KAI, un'associazione mondiale con sede in Giappone, che si occupa della pace nel mondo. Nello stesso anno entra, attraverso un duro tirocinio presso il santuario dell'Associazione (Fuji Sanctuary), nel gruppo dei "Nanamaru", progetto internazionale dedito alla crescita spirituale dell'individuo.

Copyright © 2013 - All Rights Reserved